Sono uscita dalla selva oscura grazie alla scrittura e alla chitarra

di

Emanuela, 16 anni. Racconto ricevuto nell’ambito del progetto “Futuro Prossimo

“Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai in una selva oscura…”

È così che Dante Alighieri disse, ma più che selva oscura direi per un bel periodo di mer-… Ehm… Escremento… Non so cosa fosse peggio, il non poter uscire o il dover stare a casa a sopportare la mia famiglia!!! Ci sono svariati modi per superare questa situazione, si potrebbe chiamare qualche amico, guardare serie tv e tante altre cose…

Per quanto riguarda me, e del come io abbia superato il primo lockdown è diverso.
L’ho superato chiudendomi nella scrittura di un libro su Wattpad e rifugiandomi nella scrittura in generale. Ho convinto finalmente i miei a prendermi una chitarra (che volevo sin da bambina) per cimentarmi ad impararne le funzionalità.

Devo ammettere, però, che i miei sentimenti felici per il regalo in quel momento erano offuscati dalla tristezza e consapevolezza che non sarei potuta uscire con i miei amici, o fare qualsiasi altra cosa che non si potesse fare in casa.

Regioni

Ti potrebbe interessare

In attesa del cuginetto, chiusa in una bolla di preoccupazioni e paure

Tutte le idee e progetti di mia cugina Valeria mi hanno rallegrato, anche se non da subito dato che mi sentivo come chiusa in una bolla di preoccupazioni.

Una pagina triste della mia vita, e il mio papà “Virgilio”

In questo testo voglio raccontare dei primi mesi del 2019 perché sono stati i più dolorosi  e tristi della mia vita.

Partire oppure rimanere a casa per cercare Bianchina: la mia decisione

L’anno scorso, una mattina d’estate, appena sveglia, andai in giardino per giocare con la mia gattina di nome Bianchina, ma non mi rispose.