Grazie maestra!

di

Sant’Angelo Lodigiano, scuola primaria Collodi. Una maestra si rende conto che, andando in DaD, cinque dei suoi alunni non potrebbero partecipare alle lezioni. Ma aveva sentito parlare di Im-Patto Digitale e del supporto garantito alle famiglie. Detto, fatto. Ha contattato la nostra equipe e presto i ragazzini riceveranno i computer di cui hanno bisogno.

L’intervento della maestra ha evitato un’emergenza e sfruttato le possibilità di Im-Patto, per permettere ai suoi alunni di non essere ulteriormente penalizzati dagli effetti negativi del Covid. E allora a noi viene spontaneo dire… grazie. GRAZIE MAESTRA. Questa volta sei stata tu a renderti conto che la mancanza di un pc o di una connessione internet poteva generare una disparità difficile da superare, domani in un’altra scuola saranno una tua collega o un tuo collega. Perché mai come in questi due anni di pandemia è diventato chiaro a tutti che la maestra (o il maestro) fanno un mestiere che richiede mille competenze, sensibilità e attenzioni. Quante professioni oggi sono più multitasking di voi?

La richiesta di supporto della maestra di Sant’Angelo è solo una delle tantissime segnalazioni che abbiamo ricevuto in questo periodo. Da inizio gennaio il nostro staff ha lavorato senza sosta per evitare che l’aumento dei contagi tra bambini e ragazzi e il ricorso alla DaD si traducesse in una differenziazione tra chi può seguire le lezioni online e chi invece viene escluso, perché non possiede gli strumenti per prendervi parte.
“Riceviamo in media tra le 5 e le 8 richieste di aiuto a settimana – conferma Carla Mazzoleni, project leader di IM-Patto Digitale – da famiglie che hanno bisogno di un computer per consentire ai figli di poter seguire le lezioni da remoto”.

Le richieste arrivano da operatori del territorio, dalle scuole, dai comuni e da una serie di altri enti, ma anche direttamente dai nuclei familiari che si trovano in difficoltà, per esempio perché hanno più figli e non abbastanza strumenti tecnologici da utilizzare. Per tutte queste situazioni, Im-Patto Digitale è in grado di fornire non solo gli strumenti informatici ma soprattutto il supporto necessario per aumentare le competenze digitali degli studenti e dei loro familiari. Per accedere al progetto o chiedere informazioni non esitate a contattarci: impattodigitalelodi@gmail.com

Regioni

Ti potrebbe interessare

Riguarda la diretta di TUTTO TROPPO PRESTO

di

Cogliere i vantaggi dell’interconnessione, stando alla larga dai rischi dell’iperconnessione. Partendo da questa premessa, sono moltissimi gli spunti di riflessione e i...

Contro il digital divide, sotto il segno dell’acqua

di

Arriva il primo sostegno a Im-PATTO Digitale dal mondo economico lodigiano! Ventidue computer e altrettanti monitor, mouse, tastiere sono stati donati da...

Alle Officine21 il primo Polo di Comunità di Lodi. Compiti e laboratori si fanno smart

di

Adesso anche Lodi ha il suo Polo di comunità: quattro computer a disposizione dei ragazzini che frequentano il centro Officine 21 di...