Le “orme” dei ragazzi in carico ai Servizi di giustizia minorile

di

Prima le attività in aula per imparare le tecniche di scrittura e di ripresa, poi il lavoro dietro e davanti la telecamera. Domani? La presentazione in teatro. Si è chiamato “Vorrei di me lasciar queste orme…” il laboratorio di video e scrittura, organizzato a Bologna dalla compagnia Teatro del Pratello nell’ambito del progetto “I.C.E. – Incubatore di comunità educante”. A prendervi parte, un gruppo di minori in carico ai Servizi di giustizia minorile, ospiti di comunità penali del territorio regionale.

Il Teatro del Pratello opera all’interno dell’Istituto penale minorile di Bologna dalla fine degli anni ’90: realizza progetti e spettacoli teatrali che coinvolgono sia minori che adulti, detenuti e persone con misure alternative. Il laboratorio “Vorrei di me lasciar queste orme…”, curato da Susanna Accornero, è iniziato con un’attività di scrittura creativa, attraverso cui i ragazzi hanno ragionato sulla tematica del lasciare e del cancellare le proprie orme a partire da spunti letterari e immagini.

I testi hanno poi composto le suggestioni per la seconda fase del progetto, ovvero le riprese video, in esterna (al Parco Talon di Casalecchio di Reno) e in interna (al Prat, la sede del Teatro del Pratello). I ragazzi hanno costruito insieme agli operatori delle azioni performative con linguaggi artistici diversi (video, body painting, pittura, scrittura per immagini, uso dell’elemento acqua). Lavorando insieme hanno sviluppato senso di appartenenza e coltivato l’idea di una impresa comune da realizzare con impegno e entusiasmo.

Ma non è finita: perché il video realizzato per il laboratorio sarà utilizzato come video di scena del prossimo spettacolo del Teatro del Pratello: “Le orme dei figli” per la regia di Paolo Billi, in programma al teatro Arena del Sole di Bologna dall’8 al 23 gennaio 2020.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Il “teatro da camera” per vivere l’isolamento con creatività

di

Si chiama “Teatro da camera” il progetto che l’associazione culturale PanicArte e la Scuola di circo e teatro per bambini e ragazzi...

“Genitori quasi perfetti”: a Crespellano 3 incontri di sostegno alla genitorialità

di

Tre incontri di sostegno alla genitorialità, per riflettere sulle modalità di relazione con i propri figli e fornire spunti di approfondimento, strumenti...

“Illùminati!”: il messaggio dei giovani writer di Crevalcore

di

C’è un nuovo murales che dà colore a Crevalcore. È quello realizzato dai 18 ragazzi dagli 11 ai 15 anni che hanno...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK