ELOGIO DELL’INCONTRO

di

 

È tempo di ripresa, sono i giorni della riapertura delle scuole, con le sue sorprese e i suoi controsensi, del riavvio delle attività commerciali cittadine e dei trasporti… tutti procediamo con la speranza che prima o poi riusciremo a togliere le mascherine dal volto, riscoprendo smorfie e sorrisi, stupore e sgomento, e che non ci si trovi nuovamente costretti a chiuderci in casa e nasconderci, più o meno velatamente, dinanzi a un PC o a uno smarphone.

Anche noi del progetto G.O.A.L.S. scongiuriamo la possibilità di ritornare in aula, di ritrovare studenti e docenti di un tempo, di incontrare gli sguardi di genitori e colleghi.

Ripartono importanti azioni tra settembre ed ottobre per il quarto anno insieme! Le educatrici dell’azione “METODI”, le psicologhe degli SPORTELLI DI ASCOLTO, gli orientatori, gli animatori territoriali, gli educatori di strada…..professionisti scalpitanti, preparati e motivati, desiderosi di incontri nuovamente reali, sempre con il piano B in tasca della variante “da remoto”, che vorrebbe, oggi più che mai, rimanere un piano B a cui non dover mai ricorrere.

E allora, per rimanere in tema di aspettative e di sogni, per ricominciare con ardore e poesia, ecco una contenuta, ma ci auguriamo gradita, scelta antologica di passi e versi sugli INCONTRI, che vuol essere un augurio “a modo nostro” di buon inizio di scuola e lavoro, di nuove letture, forti emozioni ed arricchenti nuovi incontri!

 

Era come se il mondo avesse improvvisamente smesso di girare. Come se la gente intorno a noi fosse scomparsa. Tutto dimenticato. Era come se nel mondo intero quei pochi minuti fossero stati creati soltanto per noi, e noi non potessimo fare altro che guardarci l’un l’altra. Era come se lui vedesse il mio volto per la prima volta.
Cecilia Ahern “Scrivimi ancora”

 

E pensavo dondolato dal vagone “cara amica il tempo prende il tempo dà…

noi corriamo sempre in una direzione, ma qual sia e che senso abbia chi lo sa…

restano i sogni senza tempo, le impressioni di un momento,

le luci nel buio di case intraviste da un treno:

siamo qualcosa che non resta, frasi vuote nella testa e il cuore di simboli pieno…”

Francesco Guccini “Incontro”

 

Per ridere

ho tracciato un viso nel quaderno.

Una fronte qualunque

una bocca qualunque

un mento qualunque:

un profilo qualunque

di in qualunque tipo.

Adesso

è rimasta quella fronte

quel naso

quella bocca

quel mento

quel profilo

ma è scomparso il “qualunque”

e soprattutto quel “qualunque tipo”

perché ti ho conosciuto

… e quel viso ti appartiene.

Rosalba Satta Ceriale “Incontro d’amore”

 

 

Un suono discende da molto lontano

Assenza di tempo e di spazio

Nulla si crea, tutto si trasforma

La luce sta nell’essere luminosi

Irraggia il cosmo intero

Cittadini del mondo

Cercano una terra senza confine

La vita non finisce

È come il sogno

La nascita è come il risveglio

Finché non saremo liberi

Torneremo ancora

Ancora e ancora                                                    

Franco Battiato “Torneremo ancora”

 

È facile capire come nel mondo esista sempre qualcuno che attende qualcun altro, che ci si trovi in un deserto o in una grande città. E quando questi due esseri s’incontrano e i loro sguardi s’incrociano, tutto il passato e tutto il futuro non hanno più alcuna importanza. Esistono solo quel momento e quella straordinaria certezza che tutte le cose, sotto il sole, sono state scritte dalla stessa mano, la mano che risveglia l’Amore e che ha creato un’anima gemella per chiunque lavori, si riposi e cerchi i propri tesori sotto il sole, perché se tutto ciò non esistesse non avrebbero più alcun senso i sogni dell’umanità.

Paulo Coelho “L’Alchimista”

 

                                                                                                          

Regioni

Ti potrebbe interessare

Adolescenza, emotività, scelte future: un percorso alla scoperta delle emozioni.

di

Il progetto GOALS prevede una molteplicità di azioni, tutte lo scopo di prevenire la dispersione e l’abbandono scolastico attraverso interventi scolastici ed...

Batti5: riscopriamo i valori familiari

di

Al doposcuola Costante Maria si mette in moto la creatività grazie al laboratorio Batti5 ! Le ragazze “armate” di forbici, colla, carta...

Dietro le quinte del Gala Chesterton 2020!

di

L’ azione “Batti 5” ha come scopo quello di far vivere dei momenti di condivisione a genitori e figli e di migliorare ...