Cultura classica e cultura digitale

Le storie possono essere viste come percorsi che collegano insieme punti diversi della cultura di una civiltà, creando un ordine e costruendo un senso possibile nella complessa contradditoria e multiforme trama di eventi, valori, simboli che costituiscono la tradizione di una cultura orale. In ogni contesto è necessario raccontare una storia; è una capacità antropologicamente iscritta nel DNA dell’essere umano.

La comunicazione testuale realizzata con i media si colloca come una forma intermedia tra la scrittura e l’oralità che utilizza altri linguaggi come quello iconico e filmico, dove le immagini possono sostituire o accordarsi al testo diventandone parte integrante e producendo effetti sia sul piano cognitivo che su quello filmico.

Con Giovani Connessi abbiamo coinvolto adolescenti in laboratori di storytelling e tecniche di narrazione attraverso il linguaggio cinematografico. Incontri a cura di formatori affiancati dall’assistenza di consulenti specializzati in tecniche di fotografia e ripresa video.

Il cuore dello storytelling è il legame che si instaura tra i processi di interpretazione, quelli di proiezione, quelli di riflessione e la narrazione della realtà.

Il Barbarossa in Barbalego

Il cortometraggio realizzato all’interno del laboratorio della Summer School “Cultura classica e cultura digitale: memorie nel futuro” dalla cooperativa sociale Solco Prossimo di Imola e da Officina Immaginata.

 

 

The Pan

 

 

Il segreto della Rocca

 

Giovani Connessi