RIAVVIA. Strategie per contrastare lo stress

di

Foto di Pixabay

Tre incontri per adulti per favorire il benessere psicofisico attraverso nuove strategie di gestione dello stress. La proposta della Cooperativa Itaca, partener di Futuro Prossimo a Marghera.

Un breve corso online per riavviarsi. No, no è il classico – e infallibile – stratagemma per risolvere ogni problema con il computer. Ma gli assomiglia. Basta sostituire al pc le persone, e allo schermo inesorabilmente bloccato la mente obnubilata da una nuova realtà – tutt’altro che virtuale – che si è improvvisamente installata in quel sistema operativo chiamato vita quotidiana. Si tratta di “Riavvia – tre incontri per disinstallare lo stress e trovare strategia alternative”, un breve percorso online sulla gestione dello stress dedicato agli adulti, organizzato dalla cooperativa sociale Itaca.

L’idea è nata tra gli operatori e  le operatrici, mentre riflettevano su come questo periodo sia più difficile rispetto al precedente lockdown, con uno stato di perenne incertezza, la consapevolezza di ciò che sta accadendo, le precauzioni a scuola, avere a che fare con adulti iper-attivati, e ragazzi adolescenti che devono gestire non solo le loro emozioni, ma anche quelle derivate da un forte disagio. Gli operatori si sono dunque chiesti cosa potevano fare per rendere loro stessi e gli altri più consapevoli di ciò che sta succedendo. Inizialmente il tema è stato la gestione dell’ansia, ma andando avanti il focus si è spostato sullo stress, cosa comporta, da quali fattori viene influenzato, e come cambiare qualcosa per favorire il benessere psicofisico.

La prima parte degli incontri ha riguardato la teoria, cosa dicono le statistiche, quali sono i consigli degli esperti; mentre la seconda parte invece è stata dedicata a delle problematiche richieste dalle partecipanti, sia in termini teorici che di confronto, ed è proprio in questo punto che le emozioni sono state più forti; ed infine l’ultima parte è stata dedicata alla conoscenza della meditazione e del respiro come strumento quotidiano per la gestione dello stress.

Tanti i partecipanti, in particolare madri con ragazzi prevalentemente alla scuola secondaria di primo grado. A emergere diversi temi: la preoccupazione per il Covid-19, il rischio quarantena e isolamento. La maggiore fonte di stress si è rivelata quella relativa ai figli preadolescenti, che in qualche modo cambiano nel loro processo naturale di crescita: si fa sempre più fatica a riconoscerli, sentendo spesso un senso di frustrazione e fallimento, a maggior ragione in un periodo particolare come quello post-Covid. Lo stress è stato affrontato anche in termini di genere, cercando di capire quanto cambia tra uomini e donne, tra carico mentale, stereotipi di genere e aspettative della società. E poi c’è il digitale e l’online, con le difficoltà di gestire strumenti nuovi e comunicare in maniera empatica anche attraverso un monitor.

Attualità, educazione, emozioni al centro dei tre incontri organizzati da Itaca per favorire il benessere psicofisico. Il risultato è stato un sostegno ai momenti di sconforto, per uscirne con più consapevolezza e meno stress.

Articolo a cura di Marilisa Chiumento, operatrice della cooperativa sociale Itaca

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK