Un’eccellenza che diventa realtà: conclusi i lavori della nuova sezione primavera a Teramo

di

Con l’inserimento dei primi allestimenti, ha iniziato a prendere forma la nuova sezione primavera all’interno della scuola dell’infanzia De Albentiis di Teramo.

L’apertura della sezione è la seconda azione pilota realizzata nell’ambito di  Fa.C.E. – Farsi Comunità Educanti, progetto nazionale promosso da Fondazione Reggio Children – Centro Loris Malaguzzi e selezionato da Con i Bambini nell’ambito del fondo per il contrasto alla povertà educativa che vede coinvolti quattro territori italiani caratterizzati da contesti sociali e culturali differenti: il quartiere Ponticelli di Napoli, il quartiere Sperone e Brancaccio di Palermo, il quartiere Regina Pacis di Reggio Emilia e il centro storico di Teramo. Fa.C.E. promuove servizi integrativi per la fascia di età 0/6 anni, co-progettati e realizzati da scuole, istituzioni, associazioni e famiglie del territorio per il contrasto alla povertà educativa.

A Teramo il progetto vede la partecipazione di una rete di partner locali tra cui il Comune di Termo, l’Istituto Comprensivo Zippilli Noè Lucidi, le associazioni del terzo settore Teramo Children e Deposito dei Segni che insieme hanno co-progettato le due azioni pilota: la sezione primavera e i servizi extra-scolastici rivolti a famiglie e bambini della fascia d’età 0-6 anni, giunti al secondo anno di attività.

Uno dei principali obiettivi della seconda azione è aprire e promuovere l’offerta educativa alle famiglie con bambini che non frequentano le strutture o che non trovano spazio nelle scuole dell’infanzia e nei Nidi della città e vuole anche essere un primo approccio all’avvio di un sistema integrato per la città di Teramo che non ha all’attivo servizi educativi riservati all’intera fascia 0-6.

GLI SPAZI

Nelle fasi di co-progettazione dei servizi è stata posta molta attenzione nel pensare come allestire i luoghi in cui si sarebbero svolte le azioni pilota: il valore dello spazio-luogo come possibilità di qualità della vita e benessere della persona risulta fondamentale, a maggior ragione nei confronti di bambini della fascia 0-6 anni, tempo fondamentale per la costruzione dell’identità personale. 

La sezione primavera verrà ospitata negli spazi della scuola dell’infanzia “De Albentiis”  – appartenente all’Istituto Comprensivo Zippilli-Noè Lucidi: spazi che si è ritenuto necessario riqualificare con interventi di riconfigurazione – come la sostituzione degli infissi, la sistemazione dei servizi, un adeguamento dell’impianto elettrico – e con una cura particolare nella scelta degli arredi, pensati per rispettare il tema dell’accoglienza, del benessere, della corporeità, dell’accompagnamento delle prime forme di linguaggio, creatività, immaginazione. 

IL PROGETTO 

I 3 spazi presenti nella scuola sono stati i primi ingredienti per la realizzazione di un bel progetto. L’organizzazione della sezione e il relativo allestimento è frutto del lavoro di co-progettazione tra Fondazione Reggio Children, l’I.C. Zippilli-Noè Lucidi, il Comune di Teramo e le insegnanti della cooperativa Educare,  insieme all’Arch. Sebastiano Longaretti che ha curato la progettazione vera e propria degli spazi.

Grazie all’impegno del Comune di Teramo, è stato possibile apportare importanti modifiche allo stato di fatto edile come, ad esempio, la messa in comunicazione diretta di tutti i 3 gli ambienti della scuola, mediante porte a scomparsa; le tinteggiature interne e l’adeguamento dell’impianto elettrico; la sostituzione del pavimento e la tinteggiatura delle terrazze esterne.

Lo spazio privo di accesso alle terrazze è stato destinato alla zona sonno. Questa scelta, innovativa rispetto a quanto presente sul territorio, permette di avere uno spazio dedicato al riposo quotidiano dei bambini accompagnati dalla presenza di un’insegnante ma grazie alla presenza di lettini impilabili può trasformarsi in una risorsa che si presta ad essere vissuta anche in altri momenti.

Lo spazio ad angolo, quello più grande dei tre, sarà destinato ad accogliere il gruppo sezione prevedendo differenti occasioni di attività attraverso l’allestimento di un paesaggio arredi che potrà accogliere piccoli gruppi di bambini impegnati contemporaneamente in proposte differenti. Una piccola cucina accoglierà i trafficamenti dei bambini e lo spazio morbido, intimo ed accogliente, con una piccola libreria ed una parete attrezzata, inviterà i piccoli lettori a sostare in uno spazio accogliente e confortevole.

L’Atelier ha assunto poi un ruolo centrale nella progettazione degli spazi, su ispirazione dell’esperienza educativa del Reggio Emilia Approach. Lo spazio, attiguo alla sezione primavera, è stato pensato come potenziale risorsa per la scuola intera ma anche per la comunità, permettendo l’incontro tra scuola e territorio. La presenza di cavalletti per la pittura, di una lavagna bianca su cui poter proiettare, di una grande libreria e di tanti materiali tra cui scegliere, saranno lo spunto principale per poter esplorare i diversi linguaggi espressivi, tra cui la grafica e la luce.

Gli spazi riqualificati, situati al primo piano della scuola dell’infanzia De Albentiis dell’I.C. Zippilli-Noè Lucidi della città, apriranno ufficialmente a Gennaio 2021.

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK