Online la piattaforma dedicata agli operatori socio-sanitari di FA.C.E.

di

E’ attiva da qualche mese una piattaforma online per tutti i professionisti e gli operatori coinvolti nelle attività del Progetto FA.C.E.  – Farsi Comunità Educanti nei quattro territori di Napoli, Palermo, Reggio Emilia e Teramo.

La piattaforma – creata dal partner nazionale Amref Italia, che ha curato percorsi di approfondimento in ambito socio-sanitario su tutti e 4 territori –  è uno spazio dedicato ai professionisti che hanno partecipato alle attività del progetto, sul quale potranno trovare risorse, documenti e strumenti prodotti durante gli incontri.

Sulla piattaforma è inoltre disponibile uno “spazio incontro”, dove i partecipanti potranno confrontarsi direttamente tra loro in un forum o in una sala riunioni virtuale.

Durante il periodo di lockdown, gli operatori di Amref si sono confrontati con la rete socio sanitaria di FA.C.E. sui bisogni e sulle necessità delle famiglie di quel momento, coinvolgendo poi alcuni pediatri e medici di base che svolgono la loro professione nei territori toccati dal progetto – Napoli, Palermo Reggio Emilia e Teramo – nella sensibilizzazione sul tema delle vaccinazioni.

 In continuità a questo lavoro di approfondimento, è stato reso disponibile sulla piattaforma un questionario per raccogliere le opinioni degli operatori e dei professionisti su come hanno vissuto l’emergenza sanitaria e su come attualizzare i messaggi emersi durante i percorsi con le reti territoriali.

Il progetto FA.C.E. – Farsi Comunità Educanti, selezionato dall’impresa sociale Con I Bambini e che vede Fondazione Reggio Children – Centro Loris Malaguzzi come ente capofila, si propone di potenziare l’accesso ai servizi educativi e di cura dei bambini di età 0/6 anni attraverso la promozione della partecipazione delle famiglie, a partire da quelle in condizione di marginalità socio-economica. L’obiettivo finale è quello di creare le condizioni per la costituzione di comunità educanti che portino ad una ridefinizione delle politiche educative nei territori coinvolti.

 

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK