Come finestre sul mondo: Torino ospita una mostra interattiva per dare vita (e colore) alle emozioni delle bambine e dei bambini

di

 

Dal 20 novembre 2021 al 31 gennaio 2022 a Binaria (centro commensale del Gruppo Abele), tante iniziative tra laboratori, eventi interattivi e spettacoli gratuiti pensati per le famiglie

 

 

Nel suo libro Signori bambini, lo scrittore francese Daniel Pennac scrive di loro come di “enigmi luminosi”. Per entrare in punta dei piedi nel loro imperscrutabile mistero, a Binaria abbiamo deciso di lasciare alle bambine e ai bambini… carta bianca! Grazie alla collaborazione con la casa editrice del Gruppo Abele e l’associazione Gruppo Abele Onlus, abbiamo quindi pensato e ideato una mostra interattiva, muovendoci da un anniversario importante: i 10 anni di albi illustrati delle Edizioni Gruppo Abele.

 

Nata con l’intento di affrontare e interpretare le più grandi tematiche sociali da diversi punti di vista (saggistica, ma anche testi per l’infanzia e per l’adolescenza), la casa editrice del Gruppo Abele ha realizzato in una decade ben 30  pubblicazioni illustrate, collaborando con artisti di rilievo internazionale come il taiwanese Jimmy Liao e con eccellenze italiane tra cui Brunella Baldi, Antonio Boffa, Desideria Guicciardini, Gioia Marchegiani, Sergio Olivotti, Arianna Papini, Sonia Maria Luce Possentini e tanti altri ancora.

 

Per celebrare questo importante momento, 15 illustratrici e illustratori hanno aderito all’iniziativa, con la riproduzione in grande formato di 37 loro splendide opere, tratte dagli albi illustrati pubblicati per la collana I Bulbi dei piccoli di Edizioni Gruppo Abele.

Abbiamo così pensato di condividere col pubblico di Binaria questo piccolo patrimonio, trasformando una mostra artistica in un’occasione di incontro, formazione e laboratorio per le famiglie, in particolare per quelle con figli nella fascia 0-6 anni.

Con il sostegno di “Con i bambini” nell’ambito del progetto “E se diventi farfalla” per il contrasto alla povertà educativa, abbiamo realizzato una serie di iniziative offrendo ai piccoli visitatori la possibilità di costruire una mostra parallela, reinterpretando le tavole degli artisti esposti. Per farlo, basta partire da una semplice riflessione: “Quale mondo vedi dalla tua finestra?”

Guidati dalle educatrici di Binaria, centro commensale del Gruppo Abele, e grazie a una serie di momenti pubblici gratuiti (come il dialogo-spettacolo con lo scrittore per l’infanzia Roberto Piumini, o attraverso i laboratori curati da illustratori ed educatori nelle scuole dell’Infanzia del territorio) i piccoli visitatori hanno dato vita e colore alle loro interpretazioni del mondo.

Cuori, alberi incantati, animali fantastici, ma anche geometrismi variopinti e molti arcobaleni hanno via via impreziosito la “finestra argentata” predisposta sulla Balconata della nostra sede per accogliere i lavori delle bambine e dei bambini passati da Binaria in occasione di attività formative, visite alla mostra o per scegliere un libro con mamma e papà.

La mostra ha ricevuto l’attenzione e il patrocinio di Unicef Italia, il cui presidente provinciale (TO) Antonio Sgroi ha presenziato al taglio del nastro, tenutosi il 20 novembre in occasione della Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

La mostra sarà visitabile fino al 31 gennaio negli orari di apertura  di Binaria.

Sul sito www.binariagruppoabele.org saranno segnalati i prossimi eventi legati a questo percorso.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Mantenere il contatto con tutti i mezzi possibili

di

Chi lo avrebbe mai detto che improvvisamente saremmo stati catapultati direttamente in un film di fantascienza? Tra tutti gli scenari possibili che...

Le attività di Binaria nel 2019. O almeno un assaggio…

di

Una mostra interattiva, laboratori per i piccoli sull’arte moderna, attività creative, letture a voce alta, formazioni per insegnanti, spazi dedicati alla genitorialità...

Un incanto di giardino

di

Un giardino mutante Nel silenzio della Torino del primo lockdown, è cresciuto a Binaria (centro commensale del Gruppo Abele) un giardino, anzi,...