La conta delle zampe

di

La conta delle zampe – per non parlar di antenne, code baffi e pellicce nei disegni infantili della PInAC è la nuova esposizione annuale di Fondazione PInAC: creata a partire dalla raccolta museale, presenta il tema denominatore comune di tutte le attività proposte dal museo da settembre 2018 a giugno 2019.

52 opere grafico-pittoriche e 4 audiovisive di bambine e bambini dai 3 ai 15 anni ci raccontano l’immaginario animale infantile raccolto nei cassetti dell’archivio PInAC: un safari emozionante tra gli animali domestici e quelli selvatici, gli animali trasformisti, i grandi e i piccoli, quelli che vivono solitari o in colonie, esotici e immaginari. Una ricchissima varietà di specie animali, talvolta destinatarie dell’affetto umano, ma anche capaci di incutere paure.
Come consuetudine, la mostra riflette la storicità e l’internazionalità della raccolta museale. I disegni sono stati realizzati tra gli anni Sessanta e i giorni nostri; le lingue degli autori rimandano a diverse parti del mondo: dalle molte regioni d’Italia ai Paesi africani, dal Paraguay al Giappone, fino alle più alte vette del Nepal.

Grazie al progetto E se diventi farfalla, con il contributo di Con i bambini, il percorso tra le opere è quest’anno arricchito da 4 installazioni polisensoriali progettate dall’architetto Luca Rizzieri dello Studio Unodidue in collaborazione con lo staff educativo di PInAC. Il nuovo allestimento rende la Pinacoteca uno spazio ludico dove i bambini al di sotto dei 6 anni si possono muovere in sicurezza scoprendo le opere e ricevendo stimoli sensoriali diversi. 3 strutture in multistrato di betulla si inseriscono armonicamente nella sala mostre di PInAC: all’esterno supporti per l’esposizione di alcune opere, all’interno spazi intimi e accoglienti dove rifugiarsi per giocare. Ecco allora un nascondiglio a forma di galleria in cui infilarsi come formiche; un nido morbido per accovacciarsi a sfogliare libri illustrati o per vedere sul piccolo schermo 5 videoanimazioni ideate e realizzate dall’artista audio-visuale Irene Tedeschi a partire da 5 disegni esposti; e ancora un’ombrosa tana di legno dove gioare a nascondersi e scoprire con gli occhi delle mani la diversità di pellicce e piumaggi. Per completare l’esperienza, una quarta istallazione, meno visibile ma tutta da ascoltare: 12 codici QR nascosti nello spazio espositivo permettono con l’aiuto dei telefoni di mamma e papà di ascoltare svariati versi di animali, con l’invito a ricercare gli stessi suoni nei disegni esposti.

L’obiettivo è far entrare stabilmente PInAC dentro le frequentazioni del tempo libero delle famiglie, luogo accogliente in cui vivere occasioni preziose di benessere. Grazie al progetto E se diventi farfalla, ogni fine settimana educatori specializzati nella prima infanzia saranno a disposizione delle famiglie per guidarle e assisterle nella scoperta delle nuove installazioni. L’interazione giocosa ha il merito di attirare anche famiglie meno abituate alle visite museali: avvicina il luogo a esperienze importanti per la quotidianità e lo fa diventare punto di riferimento per le famiglie.

Il nuovo allestimento di La conta delle zampe fa parte del progetto E se diventi farfalla, un progetto selezionato da Con i bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Dal 22 settembre 2018 al 2 giugno 2019

Inaugurazione: sabato 22 settembre 2018, ore 18
In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio

Orari di apertura: martedì-venerdì 9.30-12
Sabato e domenica 9.30-12 e 15-18

Info e prenotazioni:
www.pinac.it
info@pinac.it
T: 030 2792086

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK