Comunità educante: sviluppo delle reti di Agrigento e Trapani

di

Dropin_sud comunità educante. Ragazza con libri in mano

La Fondazione comunitaria di Agrigento e Trapani è impegnata in azioni di animazione locale rivolta alla comunità educante.

La promozione dello sviluppo integrale della persona dei minori, infatti, non può prescindere dalla costruzione di una rete che connetta stabilmente tutti gli attori locali della comunità educante, integrandone sinergicamente competenze e risorse, soprattutto in una Regione che si posiziona tra le prime in Italia per tasso di povertà educativa e di abbandono scolastico.

Il lavoro della Fondazione Comunitaria di Agrigento e Trapani

Per questa ragione la Fondazione, particolarmente impegnata nello sviluppo di nuovi modelli di cooperazione interistituzionale e di governance condivisa per la programmazione dello sviluppo locale, sta portando avanti un’ampia azione di animazione locale rivolta alle comunità educanti, al fine di coinvolgerle attivamente nel progetto Drop-in e di sviluppare insieme modelli innovativi di contrasto alla povertà educativa e alla dispersione scolastica.

Il progetto Drop-in

Le attività si svolgono nell’ambito del progetto Drop-in, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. La Fondazione Comunitaria di Agrigento e Trapani sta portando avanti un’azione che mira allo sviluppo di una rete stabile con le comunità educanti delle due province. Il progetto Drop-in si rivolge infatti agli adolescenti tra i 14 e i 17 anni residenti nei territori delle province di Lecco, Trapani e Agrigento. Si pone l’obiettivo di sostenere la transizione alla vita adulta degli adolescenti, aiutandoli e stimolandoli a costruire un proprio progetto di vita. Si tratta di un processo di lungo periodo. Chiama in causa una molteplicità di soggetti, in primo luogo famiglia e scuola, e vuole impegnare l’intera comunità.

La comunità educante

Tra i primi aderenti alla rete ci sono l’Osservatorio per la Dispersione Scolastica area Marsala- Petrosino dell’Istituto Mazzini di Marsala, l’Osservatorio per la Dispersione Scolastica dell’Istituto Verga di Canicattì e l’Ufficio Scolastico Regionale – Ufficio XI Ambito Territoriale di Trapani, che hanno entusiasticamente aderito al progetto e firmato i protocolli d’intesa con la Fondazione Comunitaria di Agrigento e Trapani. A sottoscriverli Anna Maria Angileri (Osservatorio Dispersione Scolastica area Marsala-Petrosino), Maria Ausilia Corsello (Osservatorio locale di Canicattì), Tiziana Catenazzo (Dirigente USR Ambito territoriale Trapani) e il Direttore della Fondazione di Comunità Giuseppe La Rocca. Presenti anche Vita Pulizzi (Osservatorio Dispersione Scolastica area Marsala-Petrosino), Carmela Matteliano (Osservatorio locale di Canicattì) e Maria Lisa Figuccia (USR Ambito territoriale Trapani), che hanno supportato attivamente il processo di adesione degli enti di riferimento.

La Scuola promessa

Grazie all’avvio di tali collaborazioni, la Fondazione di Comunità è stata invitata al primo incontro annuale organizzato dagli Osservatori di Area di Marsala e di Canicattì per la programmazione delle attività di monitoraggio, prevenzione e contrasto alla dispersione scolastica dei due ambiti territoriali, ed ha aderito al tavolo interistituzionale La Scuola Promessa, la cui costituzione è stata promossa dalla Dott.ssa Tiziana Catenazzo e dalla Prof.ssa Annamaria Ilardi (USR Ambito territoriale Trapani). La Fondazione ha risposto entusiasticamente a tali inviti. Rappresentano un primo passo verso la realizzazione di iniziative congiunte che possano portare valore ai giovani e all’intera comunità locale.

Leggi anche:

Drop-In a Paceco: i giovani al lavoro per migliorare un bene comune

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

Drop-In a Paceco: i giovani al lavoro per migliorare un bene comune

di

A Paceco il progetto “Drop – In” è volto a migliorare uno spazio comune, alcuni volenterosi ragazzi, con il coordinamento degli operatori...

Preparazione Drop-in. Siamo pronti all’avvio del progetto

di

La fase di preparazione del progetto ha reso possibile l'avvio ufficiale programmato per il primo di aprile 2021. D'ora in avanti racconteremo come le attività del progetto e come i cittadini a cui sono destinati sapranno trarne beneficio.

Le tante attività di Drop-In a Marsala: fra artigianato, musica, sport, arte e cura del verde

di

E’ una bella e intensa esperienza quella che riguarda i giovani coinvolti nel progetto Drop-In presso il centro sociale di Sappusi a...