Le tante attività di Drop-In a Marsala: fra artigianato, musica, sport, arte e cura del verde

di

E’ una bella e intensa esperienza quella che riguarda i giovani coinvolti nel progetto Drop-In presso il centro sociale di Sappusi a Marsala. Realizzata grazie all’impegno del Consorzio Solidalia e dell’Associazione Arché Onlus, che da anni lavora sul territorio per la promozione e la gestione di servizi socio-psico-educativi sviluppando interventi di solidarietà sociale.

Drop-In a Marsala: le attività svolte all’interno del progetto

Sono numerose e variegate le attività svolte dai giovani protagonisti. Realizzate, grazie all’attento e competente lavoro degli operatori Anna Maria Alagna (presidente dell’Associazione Arché Onlus) e Nizar Mosrati (mediatore culturale), all’interno del centro sociale del Quartiere. I ragazzi hanno appreso tecniche e strumenti per la stampa serigrafica delle magliette e si sono cimentati inoltre di attività di falegnameria realizzando due panchine e altri strumenti utili alla collettività. Fra le attività svolte anche animazione per i bambini del quartiere, musica, ma anche sport, yoga e meditazione, per conoscere le potenzialità del proprio corpo e favorire l’ascolto di sé. Inoltre all’esterno del centro è stato realizzato anche un bellissimo murales dove, scritte in diverse lingue, campeggiano parole come “libertà”, “pace”  e “fratellanza”.

Si ringraziano per la particolare disponibilità e collaborazione Vito Tumbarello e Gilma La Rosa della sede Distaccata dell’Ufficio del Servizio Sociale Minorile di Palermo, sita all’interno del centro Sociale Sappusi.

I ciceroni di quartiere

Un’altra bella iniziativa, nata da un confronto emerso nel corso dei laboratori, è stata quella di far conoscere meglio la propria città ai ragazzi di altre nazionalità partecipanti a Drop-In. Per questo alcuni dei giovani marsalesi coinvolti hanno organizzato un vero e proprio tour fra le vie, le piazze e le chiese di Marsala. Un’occasione per approfondire e spiegare ai propri compagni nozioni e informazioni sulle bellezze del centro storico. Ma anche un bel momento didattico, di integrazione e di socialità.

La storia della signora Maria, portatrice di bellezza

La signora Maria si è trasferita a gennaio nel quartiere di Sappusi, ma già da subito si è prodigata per renderlo più bello. E’ uscita fuori dai confini del suo curato e fiorito giardino, e ha cominciato a sistemare le aiuole esterne dello spartitraffico.

E’  un lungo e duro lavoro, che energicamente, nonostante l’età, ha svolto e continua a svolgere da diversi mesi, munita di zappa, acqua, piante, costanza e tanto amore.

Per questo gli operatori dell’Associazione Arché Onlus, insieme ai giovani di Drop-In, che hanno svolto le attività nel vicino Centro Sociale, hanno deciso di aiutarla. E così anni di incuria e immondizia sono stati sostituiti con delle bellissime e ordinate piante. L’aiuola e tutto il quartiere è rifiorito. La Signora Maria avrà ancora bisogno di aiuto per “coltivare bellezza”. Pertanto questa storia è anche un invito aperto a tutti, a darle una mano certamente, e a dare una mano a tutti quelli che si impegnano per curare un bene comune. Perché il senso civico mostrato sia “contagioso” e portatore di bellezza in questo e in altri quartieri.

Drop-in || Attività estive a Marsala

Drop-in || Attività estive a Marsala

Regioni

Ti potrebbe interessare

Drop-in: incontro dei partner e della comunità educante

di

Dal 2 al 4 Maggio, a Trapani, si sono incontrati tutti i partner del progetto DROP-IN, selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini...

Vacanze intelligenti: al via le proposte per adolescenti!

di

In partenza i laboratori di cittadinanza attiva. Esperienze prelavorative estive per adolescenti organizzate nell'ambito del progetto Drop-in. Le attività si svolgeranno dal 21 giugno al 30 luglio. Sedi delle attività: province di Lecco, Agrigento e Trapani.

Preparazione Drop-in. Siamo pronti all’avvio del progetto

di

La fase di preparazione del progetto ha reso possibile l'avvio ufficiale programmato per il primo di aprile 2021. D'ora in avanti racconteremo come le attività del progetto e come i cittadini a cui sono destinati sapranno trarne beneficio.