GIOVANI, SCUOLA, PERIFERIE, POVERTÀ EDUCATIVA IL TEATRO DEL LIDO DI OSTIA OSPITA L’ARTE CHE EDUCA

di

Comunicato Stampa

L’arte è educazione e il Teatro del Lido di Ostia sarà il luogo dove tutto questo si potrà vedere e toccare con mano. Un palco per musica, talk, una mostra fotografica, danza, lo spettacolo “Di_stanze”, ma soprattutto per i giovani. Sono loro al centro di un progetto nazionale – DOORS ‘Porte aperte al Desiderio come OppOrtunità di Rigenerazione Sociale’ selezionato dall’Impresa sociale Con i Bambini, nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile – che ha attraversato la pandemia e, dopo tre anni, “mette in scena” la sua “ricetta educativa”. Una proposta rivolta al mondo dell’istruzione, dell’educazione e delle istituzioni, che sarà il filo rosso dell’evento “L’arte è educazione. Porte aperte a cultura, bellezza e desiderio”, che si terrà al Teatro del Lido di Ostia il 31 marzo dalle ore 14 alle ore 22

Il progetto DOORS ‘Porte aperte al Desiderio come OppOrtunità di Rigenerazione Sociale’, coordinato da CIES onlus, nasce con l’obiettivo di aumentare le possibilità opportunità di accesso alla cultura e alla bellezza, al sostegno socio-affettivo e all’apprendimento di competenze cognitive e non, per minori di età tra i 10 e i 14 anni, in situazioni di fragilità. Attraverso una strategia educativa integrata che si basa sulla Pedagogia del Desiderio, adottata e promossa da Progetto Axè, e sul Learning Creative Learning, dal 2019 al 2022, sono state realizzate attività in istituti scolastici e presidi educativi extrascolastici, nelle Regioni Calabria, Lazio, Marche, Piemonte e Lombardia.

L’evento, che vuole mostrare la ricchezza di questo percorso, verrà aperto da Elisabetta Melandri, Presidente CIES onlus e Marco Rossi-Doria, Presidente Impresa Sociale Con i Bambini. Previsto gli interventi dell’onorevole Massimiliano Smeriglio, Coord. della Commissione Cultura del Parlamento Europeo – tramite un video, e di Claudia Pratelli, Assessora alla Scuola del Comune di Roma. In questa prima parte si darà spazio al racconto della Pedagogia del Desiderio, ai risultati raggiunti dal progetto e si terminerà con una performance rap.

Si proseguirà, a partire dalle 16.15, con una seconda parte dedicata alle pratiche educative e le sue sfide, che si snoderà in tre talk: giovani, scienza e nuove tecnologie; cultura e arte come diritti patti educativi; povertà educative. Prima delle riflessioni finali di Simona Rotondi dell’Impresa Sociale Con i Bambini, ci saranno una performance di danza bengalese a cura della scuola d’arte di Sushmita Sultana e la visione del cortometraggio vincitore del concorso “Immagini a Confronto – Juniors DOORS” organizzato dall’Ass.Cult. calabrese Ponti Pialesi. I moderatori dell’evento saranno i giornalisti Silvia Mari e Luca Attanasio.

Durante tutto l’evento sarà possibile visitare la mostra fotografica e multimediale “Desiderare per Crescere” che esplora le molteplici attività del progetto DOORS attraverso le voci dei suoi protagonisti in un viaggio dal nord al sud Italia. La mostra è a cura di Diana Bagnoli, che ha seguito negli anni ragazze e ragazzi e le storie del progetto DOORS.

Alle 21 andrà in scena lo spettacolo “Di_stanze”. Così lo presentano i ragazzi: “In un tempo in cui la “distanza” è diventata la norma, raccontiamo storie di stanze colme di pensieri, di sogni e di disillusioni. La pandemia ha avuto un impatto significativo anche in termini psicologici, alimentando forme di auto isolamento tra i giovani. In Giappone li chiamano “hikikimori”, letteralmente i “ritirati”, gli asociali… Ma forse sono solo chiusi a fare ordine tra pensieri e sentimenti difficili da gestire. Di_Stanze” è il risultato dello studio sulle proprie discipline – teatro, danza, rap, musica – di ragazze e ragazzi di MaTeMù, Spazio Giovani e Scuola d’Arte creato e gestito dal CIES Onlus, in collaborazione con il Municipio Roma I Centro. Uno spettacolo multidisciplinare che viaggia tra ironia, grottesco e profonde riflessioni.

I posti in presenza saranno limitati, quindi per partecipare all’evento e/o allo spettacolo finale sarà necessario prenotarsi e essere in possesso di green pass in corso di validità. Per prenotazioni si può scrivere a cies@cies.it o telefonare allo 0677264611. Per informazioni https://www.cies.it/larte-e-educazione-porte-aperte-a-cultura-bellezza-e-desiderio-per-nuove-politiche-educative/

Scarica qui il programma

Partner del progetto DOORS. CIES onlus – capofila, Agenzia per lo Sviluppo Locale di San Salvario onlus, Amref Health Africa onlus, Asinitas APS, Ass. Cult. Affabulazione, Ass.Magazzino dei Semi, MOM Festival, Progetto Axé Italia onlus, Ass. cult. Ponti Pialesi,Comune di Milano, Municipio Roma I Centro, Comune di Roma – Municipio X,Cooperativa Sociale Tempo per l’Infanzia, Human Foundation Do & Think Tank perl’Innovazione Sociale, I.C. A. Balabanoff, I.C. D. Alighieri, I.C. E. Mattei, I.C. GiovanniXXIII, I.C. I. Calvino, I.C. I. Carloni, I.C. M. Polo, I.C. Statale P. e L. Pini, I.C. S.Salacone, I.C.Maria Montessori, PDP Free Software User Group, Società CooperativaSociale Attività Laboratorio di Intervento Culturale Educativo – A.L.I.C.E., Universitàdegli Studi di Torino – Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione

Ufficio stampa
Fabio Bellumore fabio.bellumore@amref.it – -3289722937
Luca Attanasio l.attanasio@cies.it 3397751996

 

 

Ti potrebbe interessare

Dugukolò, la pelle di una comunità

di

Insegnare l’italiano ai migranti attraverso il corpo, la materia, le storie: un anno di laboratori nelle scuole di italiano di Asinitas, raccontati...

Verso l’infinito ed oltre: un piccolo festival per piccolə aspirantə scienziatə

di

Dal 16 al 19 giugno 2021 alla Casa del Quartiere di San Salvario a Torino arriva VERSO L’INFINITO E OLTRE: piccolo festival...

Scuola e covid: Programmazione Territoriale e coprogettazione per tutelare il diritto allo studio

di

Il 25 settembre scorso, i facilitatori dell’ Ass. cult. Affabulazione e dell’ Associazione AIM  hanno organizzato presso il Teatro del Lido di...