PROGETTO DOORS PER RECUPERARE IL VUOTO DEL DISTANZIAMENTO LA SCUOLA SI ALLEI CON IL TERRITORIO

di

Nota stampa

Mettere in campo ogni iniziativa per rispondere alla povertà educativa, acuitasi con la crisi pandemica. Una povertà che non si può descrivere solo in chiave economica, ma anche culturale e sociale. Per questo Elisabetta Melandri, presidente di CIES Onlus, capofila del progetto DOORS, lancia un appello sentito “la scuola da sola non può recuperare il vuoto creato dal distanziamento sociale, didattico e culturale che si è amaramente reso necessario per contendere la diffusione del COVID” Tra le tante iniziative di DOORS – un progetto nazionale con un partenariato di 28 enti, selezionato da Con I Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile – due sono di stretta attualità, per la pronta ed innovativa risposta al problema della povertà educativa: DADAUMPA’ a Milano e i laboratori arteducativi che ad Ostia vengono realizzati in spazi extrascolastici del territorio grazie a alleanze ad hoc ed extraprogettuali tra gli attori del settore educativo.

“Creiamo occasioni concrete di collaborazione fra tutti gli attori della comunità educante: scuola, associazioni, enti locali, teatri, musei, presidi della cultura ‘alta’ ” afferma Melandri. “La scuola da sola non può recuperare il vuoto creato dal distanziamento sociale, didattico e culturale che si è amaramente reso necessario per contendere la diffusione del COVID! La scuola va abbracciata dai tanti attori che operano nel campo educativo non formale e a sua volta deve aprire le sue porte al territorio e all’innovazione. E’ necessario riaccendere il desiderio di apprendere nei ragazzi lasciati ai margini della DAD con discipline non curricolari come quelle artistiche. Nel nostro Centro Giovani e scuola d’arte MaTeMù, a Roma, ad esempio la musica ha riportato a scuola più ragazzi che non le ripetizioni mirate. Ricostruire, colmare i vuoti, ma anche cogliere l’occasione per rinnovare radicalmente ogni strategia educativa verso le generazioni che dovranno agire concretamente come cittadini di un condominio globale interconnesso e che deve rigenerarsi in senso sostenibile, solidale.”

A Milano DADAUMPA’. Un’iniziativa rivolta ai ragazzi di seconda e terza media e di prima superiore, che frequentano il Presidio Spazio Arteducazione di Cooperativa Tempo per l’Infanzia – partner di DOORS – e che hanno espresso la sofferenza, la fatica e la difficoltà per la DAD. L’iniziativa viene realizzata due giorni alla settimana in orario scolastico, con i ragazzi che sono in DAD. Lo spazio è attrezzato con pc, per i ragazzi che ne sono sforniti a casa, e una rete wi-fi stabile attraverso la quale è possibile collegarsi alle classi virtuali. Sono sempre co-presenti due arteducatori della cooperativa, che affiancano i ragazzi e garantiscono loro l’accesso alle attività scolastiche da remoto, risolvono problemi tecnici, ma soprattutto li incoraggiano alla partecipazione attiva alle lezioni, forniscono eventuale supporto nel momento in cui la richiesta dell’insegnante non è chiara per il ragazzo o la ragazza, agevolano la comprensione per quelli che hanno difficoltà linguistiche.

A Ostia nel Punto Luce delle Arti. Nel territorio di Ostia, Magazzino dei Semi – partner di DOORS – si rivolge ai ragazzi con laboratori di arte e STEM. Laboratori di cartoni animati Stop Motion, due laboratori di narrazione applicata al digitale (Digital Story Telling), un laboratorio di Fotografia e uno di Pedagogia Hacker, ovvero un workshop di autodifesa digitale rivolto ai ragazzi che si realizza attraverso un approccio ludico e artistico. Sono tutti laboratori pensati per unire insieme tecnologia e manualità, il laboratorio di fotografia prevede anche un lavoro sul corpo e sul movimento. Tutti questi laboratori inoltre sono tenuti da artisti che collaborano con i ragazzi per la creazione di prodotti con cui verranno realizzate proiezioni, mostre, fanzine. Al fine di proporre attività extra-scolastiche a ragazze e ragazzi, nasce la collaborazione con il Punto Luce delle Arti di Ostia di Save the Children – realizzato grazie al sostegno di Bulgari – un punto di riferimento per i ragazzi del territorio, un luogo di aggregazione, di supporto allo studio e di offerta educativa d’eccellenza, completamente gratuita.

IL PROGETTO
Il progetto DOORS è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD.

Ufficio stampa
Fabio Bellumore – fabio.bellumore@amref.it
Luca Attanasio – l.attanasio@cies.it

Ti potrebbe interessare

I progetti DOORS e Giovani ri-Generazioni insieme per la Giornata Internazionale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

di

Nota Stampa Ostia – venerdì 19 novembre presso il centro culturale Affabulazione un tavolo di co-progettazione congiunto per la salute e il...

STOP ALLA VIOLENZA! Un video di animazione in stop-motion per la Giornata Internazionale della Donna

di

L’8 marzo è la Giornata che celebra i diritti in ambito economico, politico e culturale raggiunti dalle Donne in tutto il mondo...

DAD IN COMPAGNIA

di

Nota Stampa MaTeMù (CIES Onlus) apre in sicurezza i propri locali per offrire spazi, connessioni e supporto socio-affettivo e educativo ai ragazzi...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK