Progettazione partecipata, ovvero disegnare CostellAzioni

di

Immagini evocative per Disegnare CostellAzioni

Un passaggio fondamentale del progetto CostellAzioni è quello della progettazione partecipata che coinvolge tutti i partner in un continuo confronto su azioni, strategie e prospettive.

Gli obiettivi sono chiari e definiti da subito, ma la rotta reale ed efficace per raggiungerli si può tracciare solo durante il viaggio. Noi lo chiamiamo “Disegnare CostellAzioni” perché vogliamo che queste immaginare e delineare queste rotte perché siano condivisi riferimenti anche per il futuro. Un’azione per noi fondamentale perché deve portare ad un protocollo di intesa condiviso su come operare in rete, nei diversi territori, in contrasto alla povertà educativa e ai bisogni dei minori 11-15 anni, tenendo sempre presente le diversità tra un territorio e l’altro

Come i personaggi della costellazioni racchiudono delle storie, così anche noi siamo in questo incontro partiti dalle storie dei nostri territori vissute da operatori e ragazzi durante il primo anno di progetto. Gianluca e Carola, educatori di quartiere, hanno così condiviso le loro esperienze nei quartieri della periferia di Cuneo.

Racconti coinvolti e coinvolgenti che hanno tratteggiato delle realtà complesse dove le storie personali si intrecciano con le dinamiche sociali. Spunti per riflessioni e domande su cui i partner si sono confrontati.

Quesiti puntuali e precisi, ma soprattutto visioni per immaginarsi le rotte da disegnare in questo cielo stellato di opportunità. Qui l’incontro del 26 novembre è stato “preso per mano” da Davide Boniforti della Rete Metodi & Aleph, che ha stimolato i partecipanti tramite un gioco di visioni tramite delle immagini iconografiche che hanno aiutato a far scaturire pensieri in forma libera per poi trovarne dinamiche comuni e un unico filo conduttore. La supervisione scientifica della Rete Metodi & Aleph è la garanzia di trasferibilità dei risultati, poiché condurrà la progettazione con l’intento di arrivare a produrre, al termine del processo, un prodotto di divulgazione dei risultati ottenuti e della metodologia applicata, così che il sistema di azioni preventive al problema della povertà educativa realizzato a Cuneo e Dronero, possa essere replicabile in contesti territoriali differenti.

In questa fase della Progettazione Partecipata e dai numerosi spunti nasce la voglia per il futuro di poter porre attenzione all’alchimia di saper dosare gli ingredienti nel modo giusto, la complessità che richiede lentezza, la consapevolezza comune che questi tanti progetti che si chiudono possano lasciare qualcosa che duri, perché la CE è qualcosa di grande che può avere strumenti per camminare in modo indipendente (vale anche per i ragazzi la necessità di avere strumenti per proseguire), riaprire il desiderio come bussola per i ragazzi, l’opportunità di essere accolti sempre anche per chi arriva alla fine, ammorbidire le tensioni per leggere nell’altro un alleato e non un richiedente.

In questo incontro hanno partecipato: Davide Boniforti – Metodi&Aleph, Ileana D’Incecco – e Gianluca Giorgis– Cooperativa Momo, Carola Cismondi, Enrico Santero – Cooperativa Emmanuele, Enrico Manassero, Nicolò Cassano, Daniela Foppoli – Fondazione Opere Diocesane Cuneo, Lorenza Ferrero – IC Corso Soleri, Chiara Rognone – IC Via Sobrero, Simona Musso – CPIA Cuneo Saluzzo, Agnieska – IC Bonelli e Rete Porte Aperte, Andrea Martini – Consorzio Socio Assistenziale del Cuneese. Per tutti loro è stato molto coinvolgente e con rimandi positivi. I risultati e il percorso sarà condiviso con tutti i partners e anche con le istituzioni che hanno voglia di ragionare insieme sul futuro dei territori e sul bisogno delle diverse organizzazioni di “fare rete”.

Regioni

Ti potrebbe interessare

CostellAzioni un Diario di Bordo in positivo

di

Come ogni buon navigatore facciamo il punto e lo segniamo sul nostro diario di bordo. Perché non condividerlo? Nei film quando si...

Pillole dal futuro, semi per la comunità.

di

Immaginiamo di essere nel 2024 e di raccontare ad un giornalista la “storia” del progetto CostellAzioni e di quali ingredienti sono stati...

CostellAzioni: sempre più diversi, sempre più uniti

di

L’occasione dell’inizio del terzo anno di attività del progetto CostellAzioni ci porta a contemplare un po’ il percorso fatto per poi ripartire...