Lezioni e laboratori nella natura nell’estate di “Un bosco di bambini”

di

Le lezioni, quelle vere, ricominceranno piano piano nelle aule, con gli orari ridotti, magari ancora con l’ausilio della didattica a distanza e con tutte le procedure anti-contagio da osservare. Ma ci sono lezioni, altrettanto vere, che non si sono mai fermate: ha il marchio di Community School l’iniziativa “Un bosco di bambini”, che ha tenuto compagnia, per tutte le domeniche di agosto, gruppi di giovani e giovanissimi allievi di età comprese tra i 3 e gli 11 anni e provenienti non solo dal Biellese ma da altre zone di Piemonte e Lombardia.

L’aula per imparare in mezzo agli alberi e in piena sicurezza era nel cuore dell’Oasi Zegna, al Bosco Avventura. E ogni laboratorio è iniziato con il kamishibai, la narrazione con le parole e le immagini che scorrono in un teatrino di carta, che racconta la nascita della riserva naturale i cui primi semi vennero gettati dal capitano d’industria Ermenegildo Zegna. Poi le educatrici hanno accompagnato bambini e ragazzi nelle varie attività: c’era la caccia ai dettagli di piante e animali, aiutandosi con una cornice di carta, la pittura usando le essenze della natura per creare i colori, l’arte che si mescola alla botanica alla ricerca della texture della corteccia degli alberi. Ogni sessione aveva la durata di un’ora e mezza e sono state numerose le domeniche che hanno fatto registrare il “tutto esaurito”, tra coloro che avevano prenotato in anticipo e coloro che hanno colto l’occasione durante una giornata tra le montagne biellesi. Il numero massimo consentito per ogni ciclo di “lezione” era di otto partecipanti.

«È successo che i genitori entusiasti» racconta Fiorella Cernusco, una delle educatrici che si sono alternate  insieme a Manuela Baldo e Yara Bagarin «hanno chiesto informazioni riguardo all’Oasi e alle varie attrattive, molto contenti del bosco avventura e dei laboratori. Soprattutto chi non conosceva la zona ha decisamente scelto di tornare anche per le prossime attività e ha chiesto informazioni riguardo agli eventi prossimi e ai laboratori proposti». Se la scuola estiva nel bosco ha fatto promozione del territorio, il suo obiettivo era soprattutto insegnare attraverso l’esperienza: «Molti» racconta ancora Fiorella Cernusco «si sono stupiti dei laboratori proposti, trovando un luogo molto adatto alle famiglie». Community School, progetto attivo da ormai due anni, è il patto territoriale che ha unito 47 partner del Biellese, tra istituzioni, associazioni e privati, ed è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

 

      

 

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK