Chi ben comincia è a metà dell’opera!

di

Tanto entusiasmo e tanta partecipazione per i laboratori di potenziamento di inglese e motoria attivati nei plessi della scuola dell’Infanzia dell’Istituto Comprensivo di Motta San Giovanni e di inglese, motoria, musica e teatro organizzati nei plessi della scuola dell’Infanzia di Montebello Jonico che hanno arricchito l’offerta didattico-formativa delle nostre scuole consentendo ai bambini, attraverso il gioco, l’esplorazione e la conoscenza di linguaggi nuovi, di sperimentare e apprendere in modo innovativo.

I bambini sono espressione di un mondo complesso e inesauribile, di energie e di potenzialità, di sorprese e anche di fragilità che vanno riconosciute, osservate e accompagnate con cura, responsabilità e attesa.
Nella didattica laboratoriale è stato privilegiato il gioco come mezzo per lo sviluppo corporeo, strumento di educazione degli affetti, oggetto di educazione della mente, strumento di socializzazione e di osservanza delle regole. I laboratori, infatti, sono stati presentati in forma di proposta – stimolo, in grado di accogliere le esigenze e gli interessi provenienti dai più piccoli; sono stati offerti percorsi e strumenti didattici rispondenti ai diversi bisogni apprenditivi ed esigenze di ciascuno.
I laboratori di motoria hanno dato la possibilità ai bambini di integrare i diversi linguaggi del corpo e della mente, di sperimentare la potenzialità e i limiti della propria fisicità, di acquisire la capacità di orientarsi nello spazio, di muoversi e comunicare secondo immaginazione e creatività.
I laboratori di Inglese hanno stimolato la curiosità e hanno insegnato ai bambini l’utilizzo di codici espressivi comunicativi diversi da quelli abituali.
Il linguaggio della musica ha consentito a tutti di sperimentare un’attività educativa capace di emozionare, evocare ed educare. La musica è in grado di suscitare emozioni, fare immaginare altri mondi, liberare la fantasia, educare i bambini all’ascolto e al tempo stesso è in grado di far stare insieme in armonia.
Come viaggiatori entusiasti e gioiosi, guidati dalla magia delle parole, i piccoli allievi delle nostre scuole si sono avventurati nell’incantevole mondo del teatro per vivere un’esperienza di discriminazione positiva che ha fatto evolvere le potenzialità di tutti e di ciascuno.
Sono state offerte tante possibilità di crescita emotiva e cognitiva insieme, che hanno portato i bambini a vivere le prime esperienze di cittadinanza attraverso il concreto prendersi cura di se stessi, degli altri e dell’ambiente con forme di cooperazione e di solidarietà.
La scuola dell’infanzia è la scuola dell’attenzione e dell’intenzione, del curricolo implicito – che si manifesta nell’organizzazione degli spazi e dei tempi della giornata educativa – e di quello esplicito che si articola nei campi di esperienza che mettono al centro dell’apprendimento l’operare del bambino, la sua corporeità, le sue azioni, i suoi linguaggi, dove trovano spazio e valore le originalità di ciascuno dove si uniscono diversi linguaggi, mente e mani, emozioni e riflessioni, perché si impara meglio facendo e attraverso un coinvolgimento olistico dei bambini, degli insegnanti, della comunità educante.

Prof.ssa Maria Carmela Chilà
Docente responsabile dell’area didattica

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK