Il diritto di poter vivere l’autismo

di

Sabato 2 aprile è stata la giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo. Questa data è stata istituita nel 2007 dall’Assemblea Generale dell’ONU, come ricorrenza per richiamare l’attenzione di tutti sui diritti delle persone con autismo.

Anche quest’anno, l’evento si svolgerà in piena emergenza sanitaria; la pandemia ha messo in evidenza le difficoltà e la solitudine in cui queste famiglie vengono lasciate, magari solo per fare un tampone o un vaccino alla propria figlia/o.

Le stesse campagne di vaccinazione programmate nelle varie città italiane, hanno messo in luce la necessità che le persone autistiche hanno, di essere guidate da una équipe multidisciplinare esperta in tecniche comportamentali, pronta a gestire un eventuale comportamento problema, in luoghi appositamente predisposti per favorire l’adattamento ambientale.

Noi del Centro Orizzonte, con l’azione Come in del progetto Come a casa, continuiamo l’azione di sensibilizzazione e diffusione di conoscenze sull’autismo, sul tema dei siblings, nelle scuole, con gli operatori sanitari e sociali, con le associazioni, sostenendo che la vera inclusione non è semplicemente inserire persone autistiche nei contesti normali, ma preparare quei contesti, permettendo a tutte queste persone di essere autistiche.

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

FAME, I’m gonna live forever, i’m gonna learn how to fly…

di

Quanti anni avete voi che ci leggete? Adesso è un anno che ci conosciamo e certe domande sono ammesse, dài! Negli anni...

La quotidianità dell’inclusione

di

Oggi vogliamo parlarvi della nostra realtà attraverso gli occhi di mamma Barbara. La famiglia di “Cavalli delle Fonti” cresce ogni giorno di...

I Siblings all’UniMC

di

 Il 19 maggio, presso l’auditorium Unimc del palazzo Banca Marche, si è svolto il convegno “Siblings: con la famiglia nella disabilità”. Un...