Incontro di riflessione e coprogettazione

di

Sabato 6 luglio 2024 si è tenuto un incontro di riflessione e coprogettazione presso CasaOz, incontro che ha visto la partecipazione di partner e protagonisti del territorio, i quali sono stati coinvolti in tutte le fasi degli eventi del progetto. L’obiettivo dell’incontro era di fare il punto della situazione, riflettere sui successi e sulle criticità, e pianificare il futuro della comunità oltre la conclusione formale del progetto, prevista tra giugno e ottobre 2025.

Durante la riunione, sono stati presentati i vari ruoli dei partner del progetto, evidenziando il contributo di ciascuno nella costruzione di una comunità più coesa e partecipativa. Il progetto  è attualmente a metà percorso, con diverse fasi già completate o in corso. Come ad esempio la Macroazione A, che ha visto la produzione di documenti teorici e modelli di funzionamento con la supervisione del docente universitario Guelfo Margherita.

Mentre la Macroazione B, fase tutt’ora in corso, prevede eventi di animazione comunitaria con partner che propongono attività volte a coinvolgere gli abitanti del quartiere.

Tra le numerose attività proposte, sono state particolarmente apprezzate le video pillole sul borgo realizzate da Carlo Currado e Davide Lo Bue, e il progetto ponte tra ospedale e territorio attivo dal 2009, con iniziative come l’orto inclusivo e l’estensione del giardino Rodari. Inoltre, workshop di co-design e un convegno diffuso hanno contribuito ad ampliare la rete di partner e a coinvolgere maggiormente la città di Torino.

Il progetto ha raggiunto alcuni aspetti positivi tra cui:

– Iniziative che fanno sentire i partecipanti utili e valorizzati.

– Riconoscimento dei giovani adulti come elementi chiave del quartiere.

– Interconnessione tra partner e altre realtà del territorio.

Tutti sono stati concordi sulla necessità di investire maggiormente nella comunicazione rivolta in particolare ai più giovani, con la speranza di “coltivare” cittadini più consapevoli e attivi sul proprio territorio. Sono emerse numerose proposte di attività da realizzarsi nei prossimi mesi per scoprire sempre più i volti e le potenzialità di Borgo Pilonetto, con il coinvolgimento di chi vive il territorio, tra cui l’esplorazione della natura lungo il fiume Po, la festa del borgo di metà Settembre, le iniziative da svolgersi con la scuola e iniziative del tipo “social street”, ad alta valenza conviviale proposte dai cittadini stessi. Queste idee confluiranno in un programma operativo.

Un altro tema centrale è stato quello della sostenibilità del progetto oltre la sua conclusione. Si è discusso su come integrarlo stabilmente nella comunità, con la realtà di Pilonetto Insieme vista come una potenziale realtà accogliente per le iniziative future.

La riunione di sabato quindi ha rappresentato un momento di grande importanza, offrendo una panoramica completa su quanto realizzato finora e aprendo nuove prospettive per il futuro del Borgo Pilonetto. Il cammino è ancora lungo, ma con l’impegno di tutti e la partecipazione attiva della comunità, il futuro promette di essere ricco di opportunità e miglioramenti per tutti gli abitanti del quartiere.



Regioni

Ti potrebbe interessare

Approfondimento su Fotografia Partecipata

di

L’entusiasmo  per il primo laboratorio di fotografia partecipata,  guidato da Roberto Agagliate (Museo Nazionale del Cinema), ha portato alla realizzazione del secondo...

Rinascita Artistica: Fotografia Partecipata come Mezzo di Espressione e Trasformazione

di

“Le condizioni in cui nasciamo non sono una nostra scelta ma sta ad ognuno di noi rinascere nella propria versione migliore”. Queste...

Coltivare la comunità come fiore che sboccia: il logo

di

“Abbiamo pensato al senso di comunità come i petali di un fiore, uniti nell’obiettivo di crescita comune”, queste alcune delle parole del...