Scheda Progetto

Il progetto triennale “Le Case Speciali dei Ragazzi e delle Ragazze”, selezionato dall’Impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, nasce con l’obiettivo di rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte degli e delle adolescenti.

Il progetto, gestito da un’ATS con capofila la Coop. Soc. Progetto Città, si fonda su una rete regionale di “Case Speciali” in cui, sinergicamente, sono realizzate attività socio-culturali, creative, ludico-educative ed artistiche, in ambito sia scolastico che extrascolastico, favorendo la promozione e il consolidamento di una comunità educante territoriale a favore dei ragazzi e delle ragazze delle sei province pugliesi.

Clicca qui per scaricare il pieghevole

FINALITÀ

Costituire sul territorio pugliese un sistema consolidato e integrato di “luoghi sociali per crescere”, capace di scambiare e produrre un‘offerta qualitativa di esperienze, progettualità e opportunità rivolte al mondo adolescente, agli enti, alle strutture educative e formative (scuole, famiglie). Azioni ad elevato tasso di inclusione e partecipazione che sostengono e integrano qualitativamente il lavoro delle scuole e si propongono come modelli innovativi integrati di intervento.

OBIETTIVI

  • favorire il processo di crescita, consapevolezza, empowerment individuale e collettivo degli adolescenti;
  • incrementare l’accessibilità delle offerte culturali, educative ed artistiche offrendo esperienze ed opportunità di impegno ed interesse, singolo e collettivo, nel tempo scolastico ed extrascolastico
  • arricchire la qualità formativa ed educativa delle scuole secondarie di 1^ e 2^ grado con metodologie innovative
  •  riqualificare gli operatori del settore sociale, culturale e educativo, al fine di garantire la sostenibilità futura del progetto

AZIONI

  • attivazione nelle scuole e nelle “Case” di spazi-officine di auto-apprendimento gestite direttamente da ragazzi/e
  • sperimentazione di percorsi di iniziazione e formazione (“le cento esperienze da fare prima di diventare adulti”) inerenti l’arte, la cultura, la creatività, l’ambiente, la comunicazione
  • realizzazione nelle scuole di cantieri di progettazione partecipata gestiti da ragazzi/e, insegnanti, esperti
  • realizzazione di atelier di formazione, tecnici, creativi, artistici, sportivi, nelle scuole, rivolti a ragazzi/e e docenti;
  • allestimento di sportelli d’ascolto nelle scuole per il tutoraggio e la supervisione socio-educativa e formativa di studenti a rischio di esclusione;
  • attivazione di laboratori per la valorizzazione della differenza di genere e le pari opportunità
  • realizzazione di attività di formazione e seminari

Le case speciali dei ragazzi e delle ragazze

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK