Un patto educativo per migliorare le relazioni familiari

di

A Montescaglioso la cooperativa Progetto Popolare ha dato avvio al patto educativo di famiglia, una delle azioni previste in Caleidos per sostenere genitori e figli.

Essere genitori è difficile. Non esistono scuole, corsi universitari che lo insegnano e nemmeno master. Ma esistono persone che possono esserci di aiuto per capire come migliorare abitudini e gestire meglio il rapporto con piccoli e adulti, gli impegni di una casa e il confronto con la comunità cui apparteniamo.

Questa è l’esperienza di Montescaglioso (MT). Il 10 maggio è stato avviato un patto educativo di famiglia, azione prevista da Caleidos, progetto nazionale che sostiene la povertà educativa infantile attraverso attività educative e formative che coinvolgono bambine e bambini fino a sei anni, famiglie e comunità territoriali.

L’obiettivo di questo specifico patto è lavorare sul ruolo e la responsabilità genitoriale.  Così una educatrice della cooperativa Progetto Popolare insieme i servizi sociali del Comune di Montescaglioso si è presa in carico una famiglia. Un impegno possibile grazie alla costruzione di una rete che ha coinvolto altri servizi come la Neuropsichiatria Infantile di Matera, il SER.D. e la comunità. Tutte le realtà stanno lavorando insieme per creare un ambiente positivo e comune per la famiglia.

In questo percorso i genitori sono indirizzati nella gestione di piccole e grandi attività quotidiane. Educatrice, mamma e papà stanno trovando un modo utile e semplice per avere spazi domestici curati e insieme stanno trovando una via per  prendersi cura di sé stessi e delle persone che compongono la famiglia. Lavorare sulle relazioni umane è spesso una questione fragile e delicata per questo l’operatrice sta ascoltando i genitori per facilitare la gestione di momenti critici come i conflitti, spesso nati da incomprensioni o da una modalità di comunicare poco corretta ed efficace.

Il patto familiare aiuta i genitori a rispondere nel modo adeguato ai bisogni primari dei più piccoli, guidandoli verso comportamenti che tutelano la sicurezza dei minori. In questo percorso mamma e papà entrano in relazione con realtà che favoriscono l’integrazione e la socialità dei figli, come la ludoteca, i campi estivi etc, sfruttando al meglio le opportunità educative proposte dalla comunità.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Minivolley di Carnevale

di

Domenica 23 febbraio a Montescaglioso (Mt) è stata una giornata all’insegna dello sport per proporre modelli educativi inclusivi, affettivi, di crescita e di confronto.

Proteggiamoci dal coronavirus: bambini e Protezione civile

di

Nell'ambito del programma "R-Estate con Caleidos", a Montescaglioso un laboratorio educativo per bambini tenuto dalle associazioni di Protezione civile per proteggersi dal coronavirus.

In Basilicata le proposte on line di Caleidos

di

Continuano on line le attività di Caleidos in Basilicata con le attività di coprogettazione, formazione e supporto alle maestre di scuole d'infanzia e asili nido, per essere così vicini ai bambini più fragili.

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK