Il progetto Bloom Again fiorisce a teatro

di

Nella foto, da sinistra: Manuela Cetoloni, Massimo Bartolini e Massimo Diodati - Presidente Consiglio Regionale UICI Toscana

A conclusione dell’azione 5 del Progetto “Bloom Again. Tutti i sensi hanno colore”, che si è focalizzata sullo svolgimento di assistenza post-scolastica domiciliare per studenti ciechi ed ipovedenti, abbiamo realizzato un evento finale tenuto a Firenze sabato 9 aprile 2022, in collaborazione con la Compagnia Teatrale “i Bartolini”.

Il pomeriggio è stato inizialmente dedicato a ripercorrere le varie fasi del progetto Bloom Again, che hanno coinvolto l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti della Toscana, l’Irifor della Toscana insieme al Centro di Riabilitazione Visiva Carlo Monti di Firenze, al Centro di Consulenza Tiflodidattica della Biblioteca per Ciechi Regina Margherita, la Stamperia Braille della Regione Toscana, i soci provenienti da varie Sezioni toscane UICI e soprattutto famiglie e studenti destinatari dell’azione progettuale insieme agli educatori domiciliari.

Promotori e beneficiari dell’azione progettuale si sono quindi riuniti per un momento di festa, per condividere i primi l’impegno messo nel lavoro, i secondi l’incisività e l’utilità di questo supporto individuale, con l’auspicio di poter avere sostegni  analoghi in futuro, verso una sempre maggior inclusione sociale degli studenti con disabilità visiva.

Il pomeriggio insieme, è poi culminato nello spettacolo teatrale dedicato alla cittadinanza, pubblicizzato tramite una campagna social, locandine ed apposito comunicato stampa. Lo spettacolo dal titolo “88_Gli occhi di Arturo”, la terza opera MalinComica di e con Manuela Cetoloni e Massimo Bartolini, per la regia di Anton Valén, ha portato in scena, con materiale e oggetti scelti a cura della Compagnia Teatrale, sul palco del Teatro le Laudi di Firenze, il mondo della cecità, dell’ipovisione, con le sue difficoltà e le sue risorse. Gli autori (e attori), un ipovedente grave e sua moglie, partendo dalla loro personale esperienza, hanno realizzato oltre quaranta interviste a persone ipovedenti, ai loro familiari, ai medici. Hanno letto libri per dar vita ad un’opera che tratta la disabilità con la leggerezza che li contraddistingue.

Ai partecipanti all’evento è stato distribuito materiale descrittivo del progetto, con la mira di accrescere le informazioni a disposizione della comunità, per arginare la povertà educativa legata alla disabilità. Gli interventi realizzati nell’ambito del progetto “Bloom Again. Tutti i sensi hanno colore” sono infatti finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale, che impediscono la piena fruizione delle opportunità di crescita educativa da parte dei minori con disabilità.

Attraverso questo evento si è voluto dunque dedicare un momento per ritrovarci insieme, guardare i risultati di un lavoro e godere la magia del teatro, tutto per puntare l’attenzione su un modello di supporto, frutto del lavoro di rete di tutto il motore educativo, in grado non solo di incrementare l’autostima e la fiducia dello studente con disabilità visiva, ma anche di rendere il tessuto sociale più consapevole delle potenzialità e delle infinite possibilità che caratterizzano la persona con disabilità visiva ed il suo modo di stare al mondo.

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

Toscana: tra studio, sport e sociale un aiuto fattivo agli studenti con disabilità visiva dagli educatori a domicilio.

di

Un’attività intensa, realizzata dall’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti della Toscana che dallo scorso ottobre al prossimo mese di luglio ha...

Quanto bene può fare un semplice sorriso?

di

Potrete scoprirlo sabato 9 aprile 2022 alle ore 16.30 presso il Teatro “Le Laudi” di Firenze che ospiterà lo spettacolo teatrale “88_Gli...

Le Regioni si raccontano – Toscana

di

  Massimo Diodati, Presidente regionale Uici Toscana e Elena Ferroni, responsabile regionale del progetto Bloom Again D: Quali sono stati i benefici...