“Bloom Again. Tutti i sensi hanno colore” al via in cinque regioni il progetto dell’UICI in favore degli studenti con disabilità visive

di

Roma, 18 Settembre 2020 – Promuovere l’inclusione dei minori con disabilità visiva e disabilità aggiuntive, fornire gli strumenti per gestire e vivere in maniera produttiva ed efficace la propria quotidianità, conquistare e prendere coscienza della propria autonomia per superare le barriere culturali e sociali e favorire il loro percorso di crescita è la mission che da 100 anni persegue l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti. Dalla mission alla fattibilità nasce il progetto “Bloom Again. Tutti i sensi hanno colore” proposto dall’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, finanziato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Un progetto che coinvolge la rete di cinque regioni italiane: Campania, Lazio, Lombardia, Sicilia, Toscana. Le regioni lavoreranno in sinergia per rispondere ai bisogni dei bambini, delle bambine, dei ragazzi e delle ragazze cieche, ipovedenti e con disabilità plurime, nel loro percorso di vita scolastico e sociale.

Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata Impresa Sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD.

“Siamo molto soddisfatti che questo progetto si sia concretizzato proprio nell’anno del centenario – sottolinea il presidente Nazionale dell’UICI, Mario Barbuto – e siamo certi che il contributo e le azioni che verranno portate avanti per i nostri ragazzi e per le loro famiglie nelle regioni protagoniste di Bloom Again nei prossimi tre anni, porteranno risultati e benefici eccellenti. I temi del progetto sono quelli cari alla nostra associazione e che richiamano problematiche per le quali ogni giorno ci impegniamo: mai più bambini ciechi senza i loro i libri di testo in Braille a scuola, mai più biblioteche non fruibili ai non vedenti, mai più bambini e ragazzi privati del diritto di autoaffermazione. Sono convinto che Bloom Again porrà le basi per sostenere sempre i percorsi proposti dal progetto per una società davvero inclusiva.

Il progetto, avviato nella sua prima fase il 18 Maggio 2020, procederà secondo un programma di attività sui territori che a partire dal 18 Settembre coinvolgeranno nelle varie regioni tantissimi bambini e ragazzi.

A seguire e contestualmente tante altre attività e interventi: “Workshop esperienziali”, campi abilitativi e riabilitativi, monitoraggio costante sull’applicazione delle nuove metodologie e l’importante ruolo della comunicazione che ci aiuterà a diffondere e sostenere il progetto nei vari contesti sociali e istituzionali.

 

L’UFFICIO STAMPA

Gianluca Zorcolo

Mobile: 3334012004

Mail: gianlucazorcolo@gmail.com

Ti potrebbe interessare

Roma. Intervento educativo del sant’Alessio per rafforzare a domicilio l’uso degli strumenti tiflodidattici e tifloinformatici    

di

L’ASP S. Alessio – Margherita di Savoia è partner del progetto Bloom Again. Tutti i sensi hanno colore, un progetto selezionato da...

Un passo avanti e Bloom Again: due campi estivi a Paestum

di

L’I.Ri.Fo.R. della Campania grazie alla collaborazione dei suoi partner e al progetto “Bloom Again” della Presidenza Nazionale U.I.C.I., quest’ultima finanziata nell’ambito del...

In Lombardia, corsi di Braille e tifloinformatica per una formazione più approfondita e mirata per la minorazione visiva.

di

Offrire una formazione più approfondita e mirata sugli strumenti dell’apprendimento specifici per la minorazione visiva attraverso corsi di Braille e tifloinformatica. Anche...