Presenza e bellezza. Buone pratiche e politiche per l’orientamento

di

 

 

Il progetto Bella Presenza organizza il 3 dicembre 2021 il seminario “Presenza e bellezza. Buone pratiche e politiche per l’orientamento”, dalle 15.30 alle ore 18.00 presso la sede di Officine Gomitoli a Napoli. Sarà possibile seguire il seminario in streaming sulle pagine Facebook di Bella Presenza e della Cooperativa Dedalus

 

Il seminario, organizzato nell’ambito del progetto “Bella Presenza”, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, è il frutto di due anni di lavoro e di sperimentazioni congiunte dei territori di Napoli, Arezzo, Firenze, Torino e Cuneo, che hanno portato avanti attraverso una collaborazione tra scuole e terzo settore attività a favore di alunni della secondaria di primo grado e di studenti di scuola secondaria di secondo grado per favorire la continuità, il sostegno al successo formativo, l’orientamento nei momenti di scelta, l’alleanza degli attori della comunità educante, per valorizzare la didattica inclusiva e orientativa.

 

Tre dimensioni dell’orientamento saranno toccate durante il seminario.

 

L’orientamento è un processo condiviso e continuativo. Il tempo dell’orientamento è la vita intera; per le/gli adolescenti è frutto di una conoscenza di sé che matura in una comunità educante, nella quale i ruoli più rilevanti sono assunti da chi ha attivato relazioni significative. In primo luogo scuola, famiglia e gruppo dei pari. L’orientamento scolastico non può prescindere da un’attenzione precoce e continuativa agli aspetti di formazione della personalità, dal dialogo con i genitori, dal presidio degli elementi di socialità.

 

L’orientamento è un atto di equità. L’orientamento deve mirare al benessere dell’adolescente in un percorso consapevole di scelte, basato sul riconoscimento di fragilità e risorse personali e dell’ambiente scolastico e di vita. È giusto predisporre strumenti di accompagnamento e supporto a contrasto dei limiti sociali, economici, didattici e organizzativi che impediscono il pieno sviluppo di attitudini e talenti.

 

L’orientamento è un percorso ricco di contaminazioni e sguardi visionari. Le azioni di orientamento si caratterizzano per la ricchezza di contributi che, attraverso sguardi diversi ma complementari, approcciano il tema arricchendolo di strumenti e modalità di lavoro che rappresentano un fondamentale e prezioso valore aggiunto per affrontarne l’articolata complessità. A partire dalle contaminazioni tra sguardi, metodi e pratiche caratteristici dei vari attori coinvolti nelle attività di orientamento, è compito della comunità educante favorirne l’integrazione virtuosa, immaginando ipotesi future di lavoro comune ma soprattutto sviluppando visione e indicazioni di policy per l’orientamento nell’arco di vita.

 

Il seminario vedrà la presentazione e la discussione del position paper “Note di Orientamento”, elaborato dalla Commissione nazionale per l’Orientamento del progetto Bella Presenza. Aprirà e coordinerà i lavori Andrea Morniroli della Cooperativa sociale Dedalus di Napoli, Coordinatore nazionale del progetto Bella Presenza di cui Dedalus è capofila. A seguire presenterà il position paper Paola Giani dell’Associazione culturale Il Nostro Pianeta di Torino e Referente nazionale per l’Orientamento del progetto Bella Presenza. Partecipano Armida Filippelli, Assessore della Regione Campania con delega alla Formazione Professionale, Maria Filippone, Vicesindaco di Napoli con delega all’Istruzione e alla Famiglia, Daniela Pes, Dirigente dell‘Istituto Comprensivo Don Giustino Russolillo di Napoli, Luca Rossano Docente del CPIA Napoli Città 1 e Pasquale Calemme, Presidente della Fondazione di Comunità San Gennaro, Direttore didattico della Scuola del Fare. Parteciperanno in collegamento on line gli Esperti degli Uffici scolastici regionali di Campania, Piemonte e Toscana. Sarà presente un rappresentante di impresa sociale Con i Bambini, soggetto attuatore del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

 

SCARICA LA LOCANDINA

 

Ti potrebbe interessare

La co-progettazione sui territori. Aggiornamenti dalla rete toscana e piemontese

di

Partiti anche in Toscana i primi incontri di co-progettazione educativa con le scuole secondarie di I e II grado promossi da Oxfam...

Bella Presenza: un modo di intendere e costruire la comunità educante

di

Nella fase complessa che stanno vivendo le scuole in questo momento, il progetto Bella Presenza, che nei mesi del lockdown non si è mai fermato, sta immaginando forme di co-progettazione delle attività a partire dalle necessità e dai bisogni che presidi e docenti esprimono.

Bella Presenza ad Arezzo: un primo anno di successi e un secondo che si preannuncia ricchissimo

di

l progetto “Bella Presenza: metodi, relazioni e pratiche nella comunità educante”, ha raggiunto, nel primo anno di attività, oltre 900 studenti sul...