La povertà educativa e il ruolo dei musei

di

I musei come strumento per contrastare la povertà educativa. Oggi più che mail il ruolo di Arteteca ‘rischia’ di essere centrale in una regione, la Campania, considerata (secondo uno studio di OpenPolis)agli ultimi posti per offerta museale. Le due ludoteche al Pio Monte e al Museo Archeologico dell’Antica Capua sono nate proprio con l’idea di contrastare questo trend.

La Campania agli ultimi posti

Secondo lo studio, le province agli ultimi posti sono in particolare quelle campane e siciliane. Caserta e Catania, ad esempio, hanno entrambe il 7% circa di famiglie in disagio e solo 2 musei per 10mila minori. Il trend al ribasso dell’offerta museale per i minori coincide con il disagio economico delle famiglie. Secondo OpenPolis il dato peggiora se il focus è concentrato sulla città di Napoli, che ha il tasso più alto di famiglie svantaggiate d’Italia (9,7% nel 2011) e solo 1,5 musei ogni 10mila minori residenti.

In questo contesto si inserisce Arteteca

In questo contesto si inserisce Arteteca, dove l’idea progettuale nei 30 mesi (febbraio 2018/luglio 2020), è di coinvolgere complessivamente 200 bambini 3/6 anni, residenti nella IV Municipalità del Comune di Napoli e a Santa Maria Capua Vetere (CE). Tutto rivolto a piccoli destinatari che versano in una condizione di povertà educativa. Le ludoteche integrano e supportano la didattica museale dei siti coinvolti, quindi sono fruibili anche da parte di bambini che arrivano con la scuola e per le famiglie di turisti e residenti, ponendosi come servizio a valore aggiunto dei luoghi d’arte.

I musei a supporto dell’offerta formativa scolastica

Da qui l’idea che i musei costituiscono un’occasione formativa importante per i minori al di fuori della scuola. Tornando ai dati di OpenPolis, si evince che nelle province di Napoli, Caltanissetta e Taranto ci sono meno di 2 musei ogni 10mila minori. Tra i musei e gli istituti similari sono conteggiati musei, gallerie, collezioni, aree e parchi archeologici, monumenti e complessi monumentali. (fonte: elaborazione openpolis – Con i bambini su dati Istat – ultimo aggiornamento: martedì 29 Gennaio 2019).

 

 

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK