I luoghi che viviamo: le mappe di comunità delle Isole dell’Arcipelago Bambini

di

Il percorso “I luoghi che viviamo”, intrapreso nelle Isole di Arcipelago Bambini, è arrivato alla sua conclusione.

I partner del progetto  hanno individuato quattro  diverse mappe di comunità relative ad altrettante aree della provincia di Belluno: Feltre-Pedavena; Sedico-Santa Giustina; Belluno; Ponte nelle Alpi.

Ma cosa sono le mappe di comunità?

Le mappe di comunità sono mappe collettive e costruite “dal basso” che raffigurano le particolarità di un luogo, di un paese o di una contrada. Sulla mappa sono riportati elementi del paesaggio naturale e del paesaggio umano, oppure oggetti, simboli, luoghi e azioni che caratterizzano il territorio di riferimento.

Per “I luoghi che viviamo” le mappe hanno assunto un significato particolarmente profondo dal punto di vista sociale. In ciascuna delle quattro rappresentazioni sono infatti state segnalate e raffigurate i luoghi e le risorse esistenti, e quelle attivabili.

I luoghi individuati svolgono, o potrebbero svolgere, un imprescindibile funzione di socializzazione, di incontro e di supporto per le famiglie e per i loro bambini.

Il percorso di realizzazione

Il percorso di realizzazione ha visto partecipare, nel corso di tre appuntamenti per ciascuna isola, genitori, insegnanti, rappresentanti dell’associazionismo locale. Dal loro confronto è stato possibile   individuare  le scuole, i parchi, gli asili, i servizi, i percorsi ciclopedonali che più di altri caratterizzano il territorio di riferimento e rappresentano delle risorse fruibili per la collettività. Al termine dell’ultimo incontro le mappe sono state perfezionate ed elaborate graficamente e ora sono pronte per essere diffuse, esplorate e fatte proprie da tutta la comunità locale.

 

Con questo percorso si è pertanto messo in atto un processo capace di valorizzare l’aspetto della discussione dei punti di vista, del dialogo, dell’interpretazione condivisa e della trasformazione che nasce dalla conoscenza condivisa.

Co-costruendo queste rappresentazioni cartografiche si sono anche restituite centralità e protagonismo ai residenti, permettendo loro di raccontarsi e di riflettere sui luoghi che frequentano.

In particolare, per le famiglie è stata l’occasione per mettersi in gioco in un contesto nuovo, investendo sulle proprie competenze attraverso relazioni accompagnate e guidate da uno scopo preciso e di interesse comune al gruppo di lavoro: la realizzazione della mappa di comunità.

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

Laboratori educativi per bimbi e genitori all’Isola di Sedico

di

L’Isola di Sedico accoglie in due momenti diversi nella settimana bambini della fascia d’età 0-3 (martedì) e bambini della fascia d’età 3-6...

Dire No ai bambini: 4° webinar per genitori dell’Arcipelago Bambini

di

Il 4° webinar per genitori organizzato da Fondazione Progetto Uomo nell’ambito del progetto Arcipelago Bambini ha trattato il tema: “Come dire NO ...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK