Collaborazioni degne di nota

di

In linea con gli obiettivi posti inizialmente, il progetto “Alleanze Educative: Bambini Bene Comune” ha attivato presidi ad alta densità educativa in aree a rischio ottimizzando risorse, reti e azioni partecipate con insegnanti e genitori. Per questo sono state sperimentate metodologie interdisciplinari e attivati processi di integrazione con le famiglie per il contrasto della povertà educativa minorile.

I partner del progetto hanno realizzato delle attività che sono state oggetto di monitoraggio e valutazione da parte del Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali (DIGSPES) dell’Università del Piemonte Orientale, a sua volta partner di progetto.

Queste attività sono state dirette a diversi obiettivi:

  • studiare i comportamenti e le capacità cognitive e non cognitive dei bambini, con l’obiettivo di trovare opportuni indicatori da utilizzare per la valutazione;
  • affrontare il tema del rapporto tra le competenze dei genitori e dei bambini, e il tema del rapporto tra insegnanti e bambini;
  • coadiuvare il monitoraggio e la valutazione dei partner partecipanti al progetto intervenendo sulle specifiche attività.

Tra le azioni più significative sono stati organizzati incontri ad hoc presso i locali del DIGSPES per formare i partner del progetto e mettersi in relazione con loro. Gli incontri hanno permesso sia il monitoraggio che una valutazione approfondita delle attività. Tutto questo è avvenuto attraverso la costruzione condivisa di strumenti di analisi e di supporto a tutte le fasi delle azioni di progetto (per esempio costruendo schede, elaborando questionari, gestendo e analizzando dati e realizzando dei report).

UPO ha anche sostenuto le attività dei partner dando la disponibilità per interventi formativi per genitori e insegnanti.

Alcuni dei partner che hanno partecipato più attivamente ai percorsi di valutazione sono Azimut Cooperativa SocialeScuola dell’infanzia “Campi”, Semi di Senape Cooperativa Sociale e Servizio Giovani e Minori del Comune di Alessandria.

I dati di monitoraggio e valutazione sono stati utilizzati per individuare le aree di maggiore funzionamento e prospettiva, per incoraggiarle dandone massima diffusione ed utilizzandole come riferimento per i successivi anni di progetto, ma anche per focalizzare l’attenzione sugli aspetti negativi, problemi e/o rischi, in modo da intervenire prontamente.

La collaborazione con l’UPO si è quindi rivelata vincente.

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK