Ali per il futuro: i risultati, a tre anni dall’avvio del progetto

di

Se ancora oggi dove nasci fa la differenza, l’idea di sostenere i genitori di nuclei economicamente e socialmente fragili per aiutare i figli, è senz’altro vincente. Lo dimostrano i risultati del progetto sperimentale Ali per il Futuro, proposto da un partenariato con soggetto capofila Società Dolce all’Impresa Sociale Con i Bambini, che l’ha finanziato tre anni fa con 2 milioni e mezzo di euro, nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.
Quattro le regioni coinvolte, dall’Emilia Romagna, con Bologna e Parma, alla Toscana con Firenze e Livorno, dalla Puglia, con Foggia e Monopoli, alla Valle d’Aosta e numerose le partnership.
Il progetto, partito nel 2018, ha realizzato interventi concreti e personalizzati a favore delle famiglie beneficiarie, su un duplice piano: migliorare, o creare occupazione lavorativa tra i genitori, attraverso percorsi con enti di formazione partner e coinvolgere bambini spesso privati del godimento di un’esperienza educativa e d’istruzione adeguate, in percorsi stimolanti per le loro capacità emotive e cognitive.

Il punto sui risultati ottenuti ad oggi dal progetto Ali per il Futuro è previsto nel corso dell’evento online di VENERDÌ 12 MARZO 2021, dalle ore 10.00 alle 13.00.
Dopo i saluti di Ethel Frasinetti, consigliere di amministrazione con delega al settore sociale Fondazione Del Monte, e di Pietro Segata, presidente cooperativa sociale Società Dolce, il progetto sarà illustrato attraverso delle slides e video, con un collegamento coi vari territori e brevi interventi di Caterina Segata, responsabile area educativa Società Dolce e responsabile di progetto – Renzo Colucci, direttore dell’ente di formazione Seneca – Marta Russo, coordinatrice dell’unità di valutazione d’impatto del centro di ricerca ARCO – e Bruno Riccio, professore ordinario di Antropologia culturale Università di Bologna.

Seguirà la Tavola rotonda con Elena Gaggioli, assessore alle Politiche per gli adolescenti, i giovani e la famiglia Comune Bologna – Fabrizia Paltrinieri, funzionario Servizio Politiche sociali e socio-educative Regione Emilia-Romagna – Elisabetta Gualmini, europarlamentare e professore ordinario Università di Bologna – Marco Rossi Doria, vicepresidente Con i Bambini Impresa Sociale – e Valeria Negrini, vicepresidente Fondazione Cariplo.
Le conclusioni sono affidate ad Ethel Frasinetti e Pietro Segata.

Segui il seminario Ali per il futuro su: www.grupposocietadolce.it | Fb: @SocietaDolce | Yt: Cooperativa Sociale Società Dolce

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

UNA TAVOLA ROTONDA PER LA PREVENZIONE ONCOLOGICA TRA I MIGRANTI

di

La tavola rotonda “Prevenzione e salute della popolazione migrante”, organizzata da Società Dolce e Fondazione Ant, è stata occasione per presentare le...

SPECIAL – Un intervento multidirezionale per contrastare la povertà educativa: un modello in nuce

di

di Clara Silva Dipartimento FORLILPSI, Università di Firenze La povertà educativa è quella condizione in cui a un bambino o adolescente è...

Essere ragazza madre tra speranze ed opportunità

di

A cura della Cooperativa San Bernardo Ho conosciuto Arianna nel mese di Luglio 2018. Una ragazza semplice, studiosa ma spaesata e con...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK